Ho comperato da un contadino bio delle pesche che sarebbero andate perdute, perché considerate non vendibili, pezzature diverse, qualche ammaccatura e mature al punto giusto per essere degustate!

E’ un modello economico che va rifiutato, comperiamo direttamente dai produttori chiedendo di avere anche le pesche che non sono perfette, invertiamo la tendenza imposta dalla  grande distribuzione, sono ottima da mangiare perché sono maturate sull’albero e non raccolte acerbe e sono ottime per fare delle marmellate profumatissime!.

 

Ingredienti
kg. 1 di pesche
gr. 300 di zucchero
n. 1  limone (succo)
n. 1 baccello di vaniglia

Procedimento:

Pelate le pesche e tagliatele a tocchetti, spruzzatele di limone e lasciatele macerare, nel fr con qualche cucchiaio di zucchero per alcune ore in luogo fresco, nel frattempo in una casseruola con il doppio fondo, mettete lo zucchero, il baccello della vaniglia tagliato longitudinalmente, ml. 20 di acqua e fate prendere il bollore, aggiungete le pesche e cuocete la marmellata per almeno 1 ora fino alla densità che desiderate.
Versate la marmellata bollente in vasetti sterilizzati precedentemente, se desiderate un marmellata più densa senza cuocerla troppo, aggiungete un cucchiaino di agar-agar.

Curiosità

Una parte della marmellata la lascio volutamente morbida, perché la uso per torte con un tipo di frolla adatta alla cottura con marmellata.