seitanart.

Ho provato fare il Seitan in casa, è riuscito bene ma non penso lo farò ancora come non penso lo acquisterò già fatto! Il motivo? Se vuoi un buon risultato devi usare farine di forza ricche di glutine e il glutine non è un toccasana per la nostra salute, ma l’obbiezione più importante è che si butta un buon 20/30% di farina (l’amido) e una quantità enorme di acqua per il lavaggio! ho calcolato circa 50 litri per ogni kg. di seitan finito, intere popolazioni soffrono la sete!, mi sembra più etico mangiare un piatto di legumi e cereali al posto del seitan o di una bistecca.

La ricetta del seitan la trovate in 1000 siti, per cui non la metto!

Ingredienti:
gr. 300 di seitan pronto
q.b. Di olio
q.b. brodo di verdure

n. 1 cucchiao di sumac
gr. 500 di fagiolini
n. 1 scalogno
q.b. di vino bianco
gr. 500 di farina macinata a pietra del tipo Marano

Preparazione:
In una padella velata di olio, fate dorate il seitan tagliato a fettine, bagnatelo con del brodo di verdure a cui avrete aggiunto un cucchiaio di sumac,(un spezia turca dal sapore acidulo, che bene si abbina al seitan) e lasciate insaporire per una decina di minuti.
In una casseruola velata di olio evo mettete lo scalogno tagliato sottilmente e i fagiolini, fate rosolare, bagnate con vino bianco e fatelo evaporare, coprite la casseruola con il coperchio e e fate stufare i fagiolini fino a cottura.
Preparate la polenta secondo ricetta che varia a secondo del tipo di farina che userete, se è una buona farina macinata a pietra, il tempo varia da minimo un ora a 2 ore.
Servite la polenta con il seitan e i fagiolini.